Palace Hotel Tortoreto: in cucina

tradizione e qualità abruzzese

Grandi protagonisti della nostra cucina sono gli ingredienti genuini e naturali. La chef propone prodotti tipici locali e sfiziosi piatti a base di pesce. La nostra filosofia è quella di sposare gusto e qualità conservando le tradizioni della nostra ottima cucina abruzzese e mediterranea in un' ambiente familiare ed accogliente. Confortevole funzionale ed esteticamente gradevole l’ambiente del ristorante accoglie l'ospite in una piacevole e rilassante atmosfera, con 250 posti si distingue per la sua versatilità, è in grado di soddisfare molteplici esigenze dal meeting aziendale (con sala riunioni) al grande banchetto per cerimonie. La cucina del ristorante propone piatti "doc" con specialità di pesce e carne con i profumi delle tradizionali ricette abruzzesi. Si apre inoltre ai menù internazionali con tocchi di creative elaborazioni e appetitose decorazioni.

alcuni dei prodotti utilizzati per le nostre ricette:

Fagioli di Paganica - Pecorino Locale - Mozzarella e Prosciutto della Maiella - Olio biologico - Miele biologico - Caciotta teramana - Salsicce nostrane - Castrato aquilano - Ricotta di Pecora - Scamorza aquilana - Verdure biologiche - Patate di Avezzano - Zafferano di Navelli - Vongole, Seppie, Merluzzi ed Alici dell’Adriatico - Uova biologiche - Crostate, cantucci e torte fatte in casa.
carote
ceci
fagiolini
mais
pomodori
sedano

assolutamente da non perdere:

Risotto all’ Azzurro del Mare - Bavette alle Cicale - Carbonara di Mare - Melanzane alla “Palace” - Fritturina di Pesce (il martedì)
macedonia
panna cotta
torta al limone

Le ricette dello Chef

Benvenuto nella cucina del Palace Hotel!
Al ristorante lo chef Mario, nostro collaboratore da quasi 40 anni, ti proporrà piatti genuini di carne e pesce con ingredienti di qualità, molti dei quali a km 0, tante torte fatte in casa, dessert, piccola pasticceria a colazione e pizze durante alcune serate del giovedì in giardino. Troverai di seguito alcuni delle ricette più amate dai nostri ospiti che potrai sperimentare a casa!
Chitarrina alla Tortoretana
Chitarrina alla Tortoretana

Ingredienti per: 6 persone - Difficoltà: media
600gr. di maccheroncini alla chitarra verdi (con spinaci)
1 kg. di vongole "venus galena" fresche
150gr. di seppie pulite fresche
1 pomodoro nostrano
olio extravergine d'oliva di frantoio
2 cipolle piccole (o scalogno)
aglio, aceto, sale , prezzemolo tritato

Preparazione
Mettere le vongole in una contenitore piena d'acqua e lavare energicamente, cambiando l'acqua più volte. Porre 700 g. di vongole in una casseruola, coprire e mettere sul fuoco: far saltellare affinché possano sentire tutte il calore; in due o tre minuti le vongole saranno aperte. Levare la casseruola dal fuoco e staccate a uno a uno i molluschi dal guscio e porli in una scodella. (Se contengono ancora sabbia si possono lavarle un'altra volta). Filtrare il liquido rimasto nella casseruola e conservatelo. La seppia, spellata e pulita va tagliata finemente (si può anche utilizzare il tritatutto elettrico).
Mettere in una padella un po' d'olio, una cipolla un pezzetto d'aglio tagliati finemente; fare appassire il soffritto per un minuto, aggiungere la seppia tritata con un pizzico di sale. Lasciar rosolare un momento e poi bagnare con un cucchiaio di aceto bianco. Quando l'aceto sarà evaporato, aggiungere l'acqua filtrata delle vongole e lasciar cuocere per 15 minuti circa. A fine cottura, mettere nella casseruola anche le vongole sgusciate, mescolare e lasciar insaporire a fuoco lento per pochi minuti tutto insieme. Nel frattempo porre sul fuoco un'altra casseruola con olio, una cipolla ed aglio tritati; far rosolare lentamente per un momento e poi aggiungere 300 gr. di vongole intere; coprire con il coperchio e lasciar cuocere a fuoco lento. Quando le vongole saranno tutte aperte ultimare con un cucchiaino di prezzemolo fresco tritato. Filtrare il liquido delle vongole e conservarlo. Tagliare il pomodoro a cubetti e condire con olio, sale e prezzemolo. In acqua leggermente salata cuocere, al dente, i maccheroncini verdi alla chitarra e scolare. Versare i maccheroncini in una padella dove è stato riscaldato il condimento a base di seppia e vongole e far saltare la pasta con il liquido delle vongole per alcuni minuti.
Disporre la chitarrina su un piatto da portata e decorare con le vongole aperte e la dadolata di pomodoro. Disporre la chitarrina su un piatto da portata e decorare con le vongole aperte e la dadolata di pomodoro. Se si vuole rendere più piccante la chitarrina, aggiungere del peperoncino.

NOTA: L'impasto dei maccheroncini alla chitarra, antica ricetta abruzzese, è qui colorato con l'aggiunta di spinaci nostrani, per richiamare il verde delle nostre dolci colline. La vongola dei nostri fondali "venus galina", nota per il suo inconfondibile gusto e profumo, rappresenta l'orgoglio e la passione della tradizione marinara tortoretana che ne garantisce l'origine, la freschezza e la qualità. Anche le seppie, da sempre pescate con le caratteristiche "nasse" dai nostri abili marinai, sono una componente tipica della cucina tortoretana.

In conclusione, la Chitarrina alla Tortoretana, con i suoi nostrani ma nobili ingredienti, ben rappresenta la nostra località “di mare e di terra”.

Trenette agli scampi
Trenette agli scampi

Ingredienti per: 4 persone - Difficoltà: media
400 gr di linguine De Cecco n. 7
2 spicchi d’aglio
4 scampi
prezzemolo
peperoncino
500 gr. di pomodori pelati
olio d’oliva q.b.
brandy q.b.

Preparazione
Soffrigere aglio e peperoncino
Aggiungere gli scampi e lasciar rosolare bene
Sfumare con brandy o cognac
Aggiungere i pelati passati e lasciar cuocere per 20 min.
Portare a cottura la pasta.
Mantecare la pasta aggiungendo il prezzemolo ed infine un po’ olio a crudo.

Torciglioni alla pecoraia
Torciglioni alla pecoraia

Ingredienti per: 4 persone - Difficoltà: media
200 gr di pancetta
100 gr di ricotta di pecora
pepe nero
4 pistilli di zafferano di Navelli (AQ), oppure 1 bustina di zafferano
un pizzico di pecorino
olio d’oliva
10 gr. di prezzemolo

Preparazione
In una padella far rosolare della pancetta tagliata a dadini con olio, pepe ed uno spicchio di aglio.
Cuocere i torciglioni e mantecare con pancetta, aggiungere la ricotta di pecora e lo zafferano.
Amalgamare il tutto e servire ben caldo

Seppie e piselli
Seppie e piselli

Ingredienti per: 4 persone - Difficoltà: facile
1 kg di seppie fresche
200 gr di piselli
200 gr. di cipolla
vino bianco q.b.
cognac q.b.
200 gr. di pomodoro fresco
100 gr prezzemolo
1 spicchio d’aglio
olio di oliva q.b

Preparazione
Tagliare le seppie a julienne grossolanamente
Far soffriggere per mezz’ora le seppie in un sauté con olio d’oliva.
Bagnare con vino bianco e sfumare di cognac.
Aggiungere cipolle, pomodoro fresco passato e prezzemolo.
Cuocere a parte i piselli e accompagnarli alle seppie negli ultimi 5 minuti di cottura.
Salare q.b.
Servire caldo con un filo d’olio d’oliva extra vergine.

Vino consigliato: Vino bianco, Passerina - Vino abruzzese

Pesce spada Matalotte
Pesce spada Matalotte

Ingredienti per: 4 persone - Difficoltà: media
4 darne di pesce spada da 150 gr cad.
100 gr di capperi
300 gr. di sedano
200 gr di cipolla
200 gr di concassè di pomodoro
vino bianco q.b.
fumè di pesce q.b.
1 ciuffetto di maggiorana
100 gr di prezzemolo
olio extra vergine di oliva
sale e pepe q.b
Preparazione
Far soffriggere sedano e cipolla, aggiungere capperi e concassè di pomodoro
Cuocere per 10 min
Aggiungere maggiorana ed un po’ di fumè di pesce ed infine salare e spolverare di prezzemolo
A parte scottare il pesce spada in una padella con olio extra vergine di oliva, sale e pepe
Sfumare con del vino bianco, preferibilmente Trebbiano d’Abruzzo D.O.C.
Disporre la salsa sul darne di spada e lasciar riposare il tutto per 2-3 minuti prima di servirlo per insaporire meglio il pesce

Melanzane alla Palace
Melanzane alla Palace

Ingredienti per: 4 persone - Difficoltà: facile
2 melanzane grandi nere
200 gr di pomodori pelati
300 gr. di farina
10 foglie di basilico
100 gr. mozzarella
1 spicchio d’aglio
50 gr. di parmigiano
olio di oliva extra vergine
sale
pepe
origano

Preparazione
Pulire e spellare bene le melanzane
Tagliare a dadoni, infarinare e friggere in olio bollente
Farli asciugare su carta da cucina assorbente
A parte sfilettare del pomodoro, condire il tutto con parmigiano, origano, basilico, mozzarella a dadini, olio extra vergine d’oliva ed aglio
Mescolare bene e gratinare in forno per circa ¼ d’ora..
Servire ben caldo

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner e proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.