Tortoreto, il fiore all’occhiello del litorale teramano.

Bandiera Blu per la qualità ambientale, bella e signorile, offre ai suoi turisti splendide spiagge di sabbia fine e dorata, fondali bassi e sicuri ed un magnifico lungomare alberato con pista ciclabile di circa 4 chilometri. Percorrendo la strada verso nord è collegata naturalmente ad Alba Adriatica e raggiunge Villa Rosa di Martinsicuro tramite il piccolo ponte sul torrente Vibrata e verso sud Giulianova per un percorso complessivo di circa 20 km di pista ciclabile.

Tortoreto Lido - live the sun

Sul lungomare e negli stabilimenti balneari si concentra la vita notturna di Tortoreto che si anima soprattutto durante i mercatini estivi e nelle tante sagre tra cui: la sagra della seppia (giugno), la sagra dei piatti tipici (luglio) e la sagra delle vongole (agosto) che celebra il prodotto più amato dell’antica tradizione marinara.

Il legame intimo tra Tortoreto ed il mare si esprime con grande enfasi nei festeggiamenti del 15 Agosto con le barche che portano in processione in mare la statua della Vergine Maria ed i fuochi d’artificio a mezzanotte a chiusura della giornata in spiaggia ricca di eventi e di immancabili gavettoni di Ferragosto.

Tra oliveti e vigne coltivate a Trebbiano e Montepulciano, percorrendo contrada Vascello e la sua “Oasi Naturalistica”, a 227 m. sul livello del mare, si raggiunge l'antica Tortoreto Alto, oggi sede del Municipio, che domina dal belvedere il lido e si accende di mille luci e colori per festa della Madonna della neve (5/7 Agosto), la rievocazione storica del 16 Agosto (Palio del Barone) ed tante altre feste comunali.
Il centro storico con Terravecchia e la Torre dell'Orologio, Terranova e le sue rue strette testimoniano le origini pre-medioevali del paese che prese il nome dalle “tortore” che popolavano allora numerosissime i boschi circostanti.

Risale al 1348 la Chiesa della Madonna della Misericordia, al 1500 la Chiesa di San Nicola e della Misericordia con i suoi meravigliosi affreschi, la Chiesa di Sant’Agostino al 1613.

Fuori dal borgo verso est si giunge ad una terrazza naturale, un tempo avamposto militare, oggi splendido belvedere che offre un panorama mozzafiato della costa adriatica.

Sede di numerosi associazioni culturali ed uffici pubblici, Tortoreto oggi è conosciuta anche per i suoi ristoranti che propongono piatti semplici ma di qualità, vino della zona, salumi e formaggi tipici oltre ad i tradizionali arrosticini, spiedini di carne di castrato o di pecora cotti sulla brace.
Tortoreto è circondata da splendide colline della vallata del Vibrata che la collegano ad Alba Adriatica, Colonnella, Corropoli, Controguerra, Torano facilmente raggiungibili ed ideali per percorsi enogastronomici di qualità.

Il medioevo a Tortoreto con il "Palio del Barone"

Tortoreto alto Chiesa Santa Maria della Misericordia
Tortoreto alto Chiesa Santa Maria della Misericordia
Tortoreto alto Chiesa San Agostino
Tortoreto alto Chiesa Santa Maria della Misericordia
Tortoreto alto Chiesa San Nicola
Tortoreto alto Chiesa Santa Maria della Misericordia
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner e proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.